Mordenti per applicare la foglia d’oro

Mordente del sec. xiv Spremere dei pezzi d’aglio , filtrare filtrare il succo e impastare con biacca e bolo, far invecchiare in un vasello ben chiuso più tempo possibile.Al momento dell’uso aggiungere un pò di urina. Mordente a cera.I mordenti a cera vennero usati dai decoratori, doratori e anche da artisti della pittura murale per particolari applicazioni dell’oro.La doratura con mordente a cera è la più rapida e permette l’applicazione della foglia d’oro immediatamente dopo la stesura della missione e anche fino ad un paio di giorni dopo.Un esempio di mordente ceroso della seconda metà dell’ottocento è il seguente: Cera d’api 2 parti – Petrolio 1 parte – Olio di lino 1 parte.Sciogliere a bagnomaria la cera d’api e la si versa , lontano dal fuoco, nella miscela di petrolio e olio di lino applicandola ancora calda sulla superficie da dorare. Se si vuole si può colorare con dell’ocra gialla o con del giallo di cromo e bianco di zinco per ottenere un effetto stile “novecento”.La missione deve essere applicata in una mano sottile e ben tirata, cercando di evitare lacune o zone più spesse.Per la colorazione si possono usare oltre che i classici pigmenti, anche i mordenti ad acqua , alcool o ai grassi tenendo presente che ogni addizione, diluizione o variazione va ad influire sui tempi di essiccazione.

FacebookTwitterGoogle+PinterestLinkedInCondividi